Frutta secca a ogni età: un alleato per la vita

Frutta secca a ogni età: un alleato per la vita


Anche se nessun alimento può essere considerato singolarmente un “elisir di benessere”, alcuni possono apportare nutrienti chiave per le diverse fasi della vita

Un’alimentazione corretta, un adeguato livello di attività fisica e un corretto stile di vita sono fondamentali per favorire lo stato di benessere durante l’intero corso della vita, dall’infanzia alla vecchiaia. Anche se nessun alimento può essere considerato singolarmente un “elisir di benessere”, alcuni possono apportare nutrienti chiave per le diverse fasi della vita e rappresentare quindi un’ottima scelta rispetto a opzioni meno salutari. Parliamo, ad esempio, della frutta secca.

Fin dall’infanzia, con i dovuti accorgimenti che trovi nel nostro articolo qui (ben tritata o come farina prima dei 5 anni, su indicazione del Pediatra (1)), la frutta secca può essere un prezioso alimento per i bambini grazie al suo apporto di acidi grassi, proteine vegetali, fibra e numerosi minerali e vitamine (2). In particolare, alcune tipologie di frutta secca sono particolarmente ricche di (2) ferro (pistacchi e anacardi), zinco (anacardi e pinoli) e calcio (mandorle), alcuni tra i nutrienti critici per un’adeguata crescita. Da non sottovalutare anche l’apporto di acidi grassi insaturi, i grassi buoni. Anche la frutta disidratata può avere un impatto positivo sulla salute del bambino grazie al suo apporto di ferro (soprattutto da parte di datteri, fichi secchi e prugne secche), vitamina A (in particolare da albicocche secche e bacche di goji) e vitamina C (in particolare dalle bacche di goji) (2) e ovviamente di fibra.

Vien da sé che il consumo di questi alimenti non può che essere positivo anche durante l’adolescenza, soprattutto in sostituzione a cibi meno salutari, spesso di moda tra i più giovani, come gli snack dolci o salati.

Passando alle fasi più critiche e sensibili della vita di una donna, non si può non parlare di gravidanza e allattamento. Se un tempo l’assunzione di frutta secca era sconsigliata per il rischio di sensibilizzazione allergica del bambino, attualmente non esistono più indicazioni di questo tipo, anzi la frutta secca può essere una preziosa fonte di energia e nutrienti. Infatti, noci, anacardi, mandorle e, più in generale, tutta la frutta secca potrebbero rappresentare un ottimo spuntino (sempre considerando le raccomandazioni ricevute dal medico o ginecologo), per incrementare l’assunzione di calorie in linea con l’aumentato fabbisogno energetico che caratterizza questo periodo. Non da meno, studi recenti hanno suggerito possibili effetti benefici sulla salute del futuro bambino: è stato osservato su oltre 2000 coppie madre-figlio che bambini nati da donne che avevano assunto maggiori quantità di frutta secca durante i primi tre mesi di gravidanza avevano performance cognitive migliori (3).

Infine, ottime notizie anche per la salute dei senior! La frutta secca, infatti, grazie ai suoi numerosi composti bioattivi, quali acidi grassi insaturi, fibre, polifenoli e fitosteroli può vantare proprietà antiossidanti e antinfiammatorie e potrebbe favorire effetti benefici per cuore, cervello, muscoli e ossa. I composti antiossidanti presenti sembrano infatti agire sinergicamente riducendo lo stress ossidativo e l’infiammazione legati all’età (4). Proprio per tale motivo, salvo diverse indicazioni del medico o particolari controindicazioni, una porzione da 30 g di frutta secca ogni giorno può essere un buon alleato per una vecchiaia più in salute.

Riferimenti

1. Ministero della Salute – Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione (2017). Linee di indirizzo per la prevenzione del soffocamento da cibo in età pediatrica.
2. Carnovale E, Marletta L. Tabelle di composizione degli alimenti – aggiornamento 2000 – Istituto Nazionale della Nutrizione. Milano: Edra, 2000.
3. Gignac, F., Romaguera, D., Fernández-Barrés, S., Phillipat, C., Garcia, R. E., López-Vicente, M., … & Lopez-Espinosa, M. J. (2019). Maternal nut intake in pregnancy and child neuropsychological development up to 8 years old: a population-based cohort study in Spain. European journal of epidemiology.
4. Rusu, M. E., Mocan, A., Ferreira, I. C., & Popa, D. S. (2019). Health Benefits of Nut Consumption in Middle-Aged and Elderly Population. Antioxidants, 8(8), 302.

CONDIVIDI SU:


ARTICOLI PIÙ RECENTI

Scopri in quali frutti trovare i minerali e le vitamine di cui hai bisogno

Che la frutta secca sia ormai considerata un alimento cardine di una buona alimentazione è noto, tant’è che il suo consumo è previsto ben 1-2 volte al giorno dalla Piramide della Dieta Mediterranea.

Frutta secca: la regina delle sagre d’autunno

Frutta secca: la regina delle sagre d’autunno

L’autunno saluta definitivamente l’estate ed entra nel vivo portando sulle nostre tavole alcuni degli alimenti più deliziosi e ricchi di nutrienti dell’anno: dalla zucca all’uva, fino alla frutta secca.

Frutta secca per l’“healthy aging”: benefici e trucchi per il suo consumo in età avanzata

Frutta secca per l’“healthy aging”: benefici e trucchi per il suo consumo in età avanzata

Con l’avanzare dell’età, si sa, i soggetti più anziani, i “senior”, possono andare incontro a diminuzione dell’appetito e problemi nella masticazione, che possono causare una inadeguata assunzione di alimenti.